Catecumenato

Il catecumenato è un itinerario di fede e di conversione per gli adulti che si preparano a ricevere il Sacramento del Battesimo.
Il Catecumenato dura circa due anni. È un percorso a tappe attraverso il quale si riceve una formazione cristiana nella Chiesa per arrivare a diventare cristiani.

L’iniziazione cristiana degli adulti incomincia con il loro ingresso nel catecumenato e arriva al suo culmine nella celebrazione unitaria dei tre sacramenti del Battesimo, della Confermazione e dell’Eucaristia.

Ammissione

Attraverso l’ammissione al catecumenato, il candidato diventa cristiano, partecipe alla vita di Chiesa come catecumeno.
Questa tappa riconosce che il candidato ha operato una reale conversione, ha fatto un atto di fede iniziale in Gesù come salvatore e di fiducia alla Chiesa.

Catechesi e formazione

Il cammino del catecumenato è a tappe, segue l’Anno Liturgico e viene svolto sia in Parrocchia che in Diocesi. I catecumeni insieme ai loro accompagnatori partecipano a due ritiri diocesani ogni anno.
Gli incontri di catechesi in parrocchia si svolgono generalmente ogni due settimane, il sabato pomeriggio; sono guidati da due catechiste e dal Parroco.

Elezione

Con l’iscrizione del nome ha inizio il tempo della purificazione e illuminazione. Questo tempo coincide con la Quaresima e termina con la veglia pasquale. Durante questo periodo di preparazione verranno celebrati i riti propri di purificazione chiamati gli Scrutini.

Celebrazione dei sacramenti

L’iniziazione cristiana si compie generalmente nella Veglia pasquale con la celebrazione unitaria dei sacramenti del Battesimo, della Confermazione e dell’Eucaristia

Mistagogia

Terminata la Veglia pasquale e dopo la prima Eucaristia non tutto è finito. Con la celebrazione dei sacramenti i catecumeni hanno varcato l’ultima porta dell’iniziazione e, secondo una espressione di san Giovanni Crisostomo, «sono ora liberi e cittadini della Chiesa, santi, giusti, eredi, membra di Cristo e tempio dello Spirito». I neofiti devono ora vivere nella novità di vita ricevuta con i sacramenti.
Il tempo della mistagogia è destinato, attraverso, la meditazione del Vangelo, la catechesi, l’esperienza dei sacramenti e l’esercizio della carità, ad approfondire i misteri celebrati, il senso della fede, della Chiesa e del mondo.
Il tempo della mistagogia si protrae per tutto il tempo pasquale e si conclude con la solenne celebrazione della Pentecoste.